• Tempo di Lettura:3Minuti

Alpine F1 Team ha conseguito tre punti alla fine di un Gran Premio del Belgio sospeso a causa della pioggia. Esteban Ocon era settimo dopo soli tre giri, dietro alla safety car. Fernando Alonso ha concluso in undicesima posizione, appena fuori dalla zona punti.

Dopo le qualifiche disputate sabato sotto la pioggia, Esteban e Fernando dovevano partire, rispettivamente, in ottava e dodicesima posizione, ma entrambi i piloti hanno guadagnato una posizione dopo l’uscita di Sergio Perez, durante il giro di schieramento sulla griglia.

Sotto un acquazzone incessante a Spa, i primi giri di formazione dietro alla safety car sono iniziati dopo un primo ritardo alle ore 15.25 (ora locale). Date le condizioni molto pericolose, è stata sventolata la bandiera rossa. Grazie ad una schiarita, la gara è ripresa alle ore 18.17, sempre in regime di safety car, prima che una seconda bandiera rossa ponesse definitivamente fine al Gran Premio. Visto che erano stati effettuati solo tre giri, i concorrenti si sono visti assegnare la metà dei punti.

Esteban Ocon / Partenza: 8° – Arrivo: 7°

Prima di tutto, mi dispiace per tutti i fan che erano qui oggi. Grazie per la pazienza e l’entusiasmo, nonostante abbiano atteso tutto il pomeriggio. Purtroppo, la pioggia ha reso la gara impossibile e la sicurezza deve sempre essere una priorità. Sospendere la gara è stata la decisione giusta, per cui ringrazio la FIA e Michael Masi per aver fatto del loro meglio e aver fatto ciò che era opportuno. Le condizioni erano davvero difficili, soprattutto per la mancanza di visibilità. Ci siamo guadagnati tre bei punti per il campionato e ora ci concentriamo su Zandvoort dove speriamo in un tempo più clemente.

Fernando Alonso / Partenza: 12° – Arrivo: 11°

Sospendere la gara è stata la decisione giusta, date le condizioni, ma trovo strano che siano stati assegnati dei punti questo weekend. Ci sono state solo bandiere rosse e giri dietro alla safety car, per cui non è stata una vera e propria gara. Tutti hanno fatto del loro meglio, non è colpa di nessuno, ma è un peccato. Nonostante tutto, gli spettatori sono stati formidabili per tutto il weekend ed è sempre un piacere rivederli, indipendentemente dal tempo che fa.

Marcin Budkowski, Direttore Esecutivo

Che peccato non aver potuto correre oggi, soprattutto su un circuito così bello. La FIA e la Formula 1 hanno fatto di tutto per far partire la gara, ma l’acquazzone non è mai cessato. La sicurezza deve essere prioritaria in queste situazioni e i nostri piloti hanno confermato alla radio, durante i giri dietro alla safety car, che non era sicuro correre, soprattutto per la mancanza di visibilità. Sospendere la gara è stata la decisione corretta. Grazie ai fan che sono rimasti intorno al circuito e nelle tribune tutto il pomeriggio dando un grande supporto per l’intero weekend. Ora andremo a Zandvoort con una fame di competizione ancora maggiore e non vediamo l’ora di scoprire un nuovo appassionante circuito.

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it