• Tempo di Lettura:2Minuti

A Roma, una scena inquietante ha avuto luogo sul Grande Raccordo Anulare (Gra), dove una ragazza di 16 anni è stata abbandonata dalla madre in seguito a una lite per un’insufficienza in latino. La punizione, estrema e pericolosa, è costata alla donna una denuncia per maltrattamento di minori.

La scoperta dei vigili

È stato il gruppo Spe (Sicurezza Pubblica Emergenziale) dei vigili urbani a notare la giovane mentre camminava a ridosso della galleria Appia. Fermatisi per soccorrerla, hanno ascoltato il racconto di Aurora, visibilmente scossa: «Io e mia madre abbiamo litigato per un 5 in latino e mi ha fatto scendere dalla macchina». La ragazza ha raccontato che, dopo un acceso diverbio a causa del voto scolastico, la madre, in un impeto di rabbia, l’ha lasciata sola lungo il trafficato raccordo.

I soccorsi e le conseguenze legali

Immediatamente soccorsa dai vigili, Aurora è stata condotta presso gli uffici di Ponte di Nona. Qui, dopo averle offerto del cibo, gli agenti hanno proceduto a denunciare la madre, una donna italiana di circa 40 anni residente nella zona Pisana, per maltrattamento di minori. Dalle prime indagini è emerso che non era la prima volta che avveniva un episodio del genere. La situazione familiare della ragazza, figlia di genitori separati, ha aggravato ulteriormente la posizione della madre.

Intervento del tribunale per i Minorenni

Contattato il padre di Aurora, le autorità hanno informato il tribunale per i Minorenni di Roma, che dovrà ora valutare le misure da adottare per garantire la sicurezza e il benessere della giovane.

Segui Per Sempre News anche sui social!