Gli agenti della Polizia Locale di Napoli hanno denunciato la titolare e il barista di un bar situato in vico Carrozzieri a Monteoliveto, responsabili di aver somministrato bevande alcoliche ad un minorenne, al quale non avevano chiesto un documento di riconoscimento. Su proposta dell’Unità Operativa Tutela Emergenze Sociali e Minori, il Questore di Napoli ha disposto quindi la sospensione per 15 giorni dell’ attività commerciale. Non è la prima volta che il bar in questione subisce provvedimenti di questo tipo. Già nel settembre 2020 aveva subito una sospensione di 5 giorni poiché, anche in quella circostanza, aveva servito alcolici a due minori. E ancora, nel maggio 2020, la Polizia Locale lo ha multato per violazione dell’obbligo di chiusura alle 23.00, previsto dall’ordinanza regionale allora in vigore.

Continueranno i controlli della Polizia Locale volti al contrasto di questo fenomeno. I responsabili di comportamenti come quelli perpetrati dai titolari del bar in questione subiranno sempre più sanzioni. Questi, con l’intento di vendere maggiori quantità di bevande alcoliche, sono disposti a mettere in pericolo l’incolumità e la salute dei giovanissimi. Grazie alle operazioni svolte dalle Forze dell’Ordine, un giorno i genitori potranno sentirsi tranquilli nel lasciare i propri figli minorenni liberi di uscire e divertirsi, con la consapevolezza che i titolari dei bar non serviranno loro bevande che potrebbero metterli in pericolo.


Seguiteci su http://www.persemprenapoli.it e su www.persemprecalcio.it