• Tempo di Lettura:2Minuti

In una recente operazione congiunta tra Polizia e Guardia di Finanza contro la mafia dei pascoli, è stato arrestato Pietro Campo, noto boss della famiglia di Santa Margherita di Belice. Campo, già detenuto con una condanna definitiva a 14 anni, è stato identificato come uno dei pochissimi a interpretare i pizzini di Matteo Messina Denaro nella provincia di Agrigento.

Secondo le indagini condotte dallo Sco e dallo Scico, Campo avrebbe mantenuto un forte legame con Messina Denaro, testimoniato anche da un video del 7 dicembre 2009. Nel filmato, ripreso da telecamere nascoste, si vede un fuoristrada con a bordo due persone, una delle quali identificata dagli investigatori come lo stesso Messina Denaro, transitare in una zona di campagna appartenente all’azienda agricola di Campo in contrada Gulfa, tra Santa Margherita di Belice e Torre Pandolfina.

Ulteriori conferme del ruolo di Campo provengono dalle dichiarazioni di due pentiti, Antonino Giuffré e Maurizio Di Gati. Quest’ultimo ha specificato che Campo svolgeva il ruolo di interprete dei pizzini per il boss di Castelvetrano.

Questi sviluppi evidenziano ancora una volta la complessità delle reti mafiose e l’importanza delle indagini coordinate tra diverse forze dell’ordine per smantellare tali organizzazioni. L’arresto di Pietro Campo rappresenta un duro colpo per la mafia agrigentina e un passo avanti nella lotta contro la criminalità organizzata in Italia.

Segui Per Sempre News anche sui social!