• Tempo di Lettura:7Minuti

Milano cerca riscatto, la Virtus Bologna la continuità. Come sempre, vi proponiamo le ultime dalle sedi delle 16 formazioni LBA, prima della palla a due.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA
Oggi, ore 18

QUI SASSARI
Ancora ai box Kaspar Treier (gomito) e Chris Dowe (lesione muscolare), la Dinamo prova a riprendere il filo del discorso troppe volte lasciato cadere.

La vittoria con Trento ha rinfrancato gli uomini di coach Bucchi che, tuttavia, non si lascia intimidire dalla caratura dell’avversario, già affrontato in Supercoppa LBA.

“La gara con Trento, squadra solida, ci ha dato molte indicazioni. Dovremo far bene ciò che sappiamo fare, senza fermarsi a pensare a quel che fanno gli altri”.

QUI VIRTUS
L’impresa di Madrid è già in archivio, ora testa al campionato.

Da valutare le condizioni di Shengelia, si attendeva un suo esordio al WiZink Center, tuttavia Sergio Scariolo ha ritenuto più opportuno non rischiare il georgiano.

In sede di presentazione della gara, l’assistant coach Andrea Diana tiene tesa la corda: “A Madrid abbiamo attaccato bene, – afferma il tecnico – ora attendiamo progressi anche dal punto di vista difensivo.

GERMANI BRESCIA – CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO
Oggi, ore 20.30

QUI BRESCIA
Coach Magro fa i conti con l’assenza di Tommaso Laquintana, fermato da un infortunio al bicipite femorale.

A presentare la partita è stato l’assistant coach Di Paolantonio: “Pesaro ha riferimenti offensivi chiari, dovremo essere bravi a limitarli. – spiega – Dobbiamo fare una partita sulla falsariga di quella di Ulm” (vinta ndr.).

QUI PESARO
Prosegue il recupero di Carlos Delfino e Matteo Tambone, tuttavia entrambi saranno assenti contro Brescia, lasciando ridotte all’osso le rotazioni per Repesa.

Reduce da due sconfitte in LBA, la squadra non rinuncerà al proprio basket di corsa e ritmi alti.

Il vice allenatore Bruno Savignani fa il punto in vista della gara di stasera: “Importante migliorare la concentrazione e l’approccio. Brescia è squadra profonda con tanti uomini che sanno segnare, ma anche creare per i compagni. Sarà importante limitare le palle perse”.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO – GIVOVA SCAFATI
Domani, ore 16

QUI TRENTO
Ancora fuori dai giochi Ladurner, alle prese con l’infortunio alla schiena.

Privo del suo lungo – e con Atkins obbligato agli straordinari – Lele Molin prega di poter avere Flaccadori, in dubbio dopo il problema all’anca che l’ha allontanato dal campo nella gara di Eurocup persa contro Parigi.

L’assistente Davide Dusmet mette in guardia i suoi: “Scafati ha ottime individualità, gente che ha giocato la LBA in squadre vincenti come Logan e Stone. – esordisce – Con la squadra abbiamo affrontato le cose da migliorare: non possiamo permetterci pause, soprattutto nella metà campo difensiva” – conclude.

QUI SCAFATI
La bella notizia è l’agibilità per 3500 spettatori del PalaMangano, ormai prossimo a riaccogliere i suoi beniamini. Si attende soltanto l’omologazione da parte dell’organo preposto della LBA per poter tornare a calcare il proprio parquet, magari già contro Varese il 6 novembre.

Tutti disponibili gli uomini di Alessandro Rossi, unico da valutare è Myke Henry per una botta presa in settimana.

Julyan Stone ha presentato il match: “Conosco bene Trento – ha detto il playmaker ex Venezia – ha giocatori giovani di talento come Flaccadori e Spagnolo. Noi dobbiamo solo giocare il nostro basket, eseguendo bene in attacco.

OPENJOBMETIS VARESE – NUTRIBULLET TREVISO
Domani, ore 17

QUI VARESE
Squadra al completo per coach Matt Brase, anche se resta il dubbio sull’impiego di Justin Reyes.

Suona la carica Paolo Galbiati, associated head coach: “Migliorare in difesa per poter esprimere il basket che ci piace e segnare canestri che gasano. Contenti di tornare davanti al nostro pubblico, Treviso? Occhio a Banks, ma anche a Sokolowski”.

QUI TREVISO
Non ci sono defezioni per Marcelo Nicola, la squadra ha preparato la gara di domani concedendosi anche una giornata in piazza per la sicurezza stradale, in collaborazione con la Polizia di Stato.

BERTRAM TORTONA – UMANA REYER VENEZIA
Domani, ore 17.30

QUI TORTONA
Tutti a disposizione di coach Ramondino i Leoni.
La formazione bianconera approccia da imbattuta la gara contro una Venezia accreditata anche per dare fastidio alle due corazzate.
Domenica dedicata anche all’AIRC per la ricerca volta alla lotta contro il cancro: a presentarla è stato JP Macura che ha ricordato ai tifosi che sarà anche l’occasione di fare gli auguri di compleanno a Mike Daum.

QUI VENEZIA
De Raffaele dovrà fare a meno del solo Jordan Parks, ancora alle prese con l’infortunio alla caviglia.
Ottenuto il primo successo in Eurocup, dopo la vittoria in campionato su Milano, gli orogranata si presentano in un buon momento al PalaEnergica.

Cauto il vice Tucci: “Stiamo ancora cercando il nostro equilibrio, Tortona è squadra che non nasconde le proprie ambizioni. Servirà una gara d’intensità ed atletismo”.

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO – TEZENIS VERONA
Domani, ore 18

QUI MILANO
Dovremmo esserci per il rientro di Naz Mitrou-Long: l’ex Brescia, ancora in dubbio, potrebbe anche giocare qualche minuto contro la Scaligera.
Sembra meno serio del previsto l’infortunio di Shields.
Gara importante per il morale, quella del Forum, dopo la batosta subita a Barcellona.

QUI VERONA
Si sonda il mercato in cerca di un sostituto del fuggiasco Wayne Selden: accantonato il nome di Olivier Hanlan – avrebbe chiesto oltre 10 giorni per allenarsi in Grecia, dove vive, per rientrare in forma – l’attenzione del GM Frosini si sarebbe spostata su altri due profili.

Il primo, vecchia conoscenza del campionato, sarebbe JaMarr Sanders, lo scorso anno protagonista con Tortona ed in forza al SIG Strasburgo; il secondo profilo risponde al nome di Dragan Milosavljevic, ex Fuenlabrada.

Non fa sconti coach Ramagli, nonostante la caratura dell’avversario: “Stiamo mancando di continuità dentro la partita, dobbiamo lavorare per migliorare questo aspetto”.

UNAHOTELS REGGIO EMILIA – HAPPYCASA BRINDISI
Domani, ore 19

QUI REGGIO EMILIA
In attesa del rientro di Strautins, tutti gli altri sono a disposizione di coach Menetti.
Non è un buon momento per la formazione biancorossa: persiste la maledizione del PalaBigi, l’UnaHotels non è ancora riuscita ad ottenere un successo tra le mura amiche.

Menetti: “Vogliamo invertire la rotta, stiamo lavorando sulla coralità tecnico-emotiva. Brindisi ha da anni la stessa guida tecnica ed il proprio uomo di riferimento, Perkins. Dovremo stare attenti agli 1vs1 di Bowman, Mascolo e Reed”.

QUI BRINDISI
Vinta la gara di Europe Cup contro il Kalev Cramo, l’Happy Casa affronta la quinta giornata forte anche del successo di misura su Brescia nella precedente uscita di LBA.

Nonostante il successo continentale, Vitucci non è pienamente soddisfatto: “Non possiamo permetterci di arrivare a giocarci all’ultimo pallone gare in cui abbiamo controllato per lunghi tratti”.

GEVI NAPOLI – PALLACANESTRO TRIESTE
Domani, ore 20

QUI NAPOLI
Il club vuole trattenere Agravanis. Questo è quanto si evince dalle ultime voci girate intorno ai partenopei.
L’ellenico, firmato a gettone per sostituire l’infortunato Emmitt Williams, ha più che convinto la dirigenza che vorrebbe fare un ulteriore sforzo economico pur di farlo restare in riva al Golfo.

Per il resto, settimana di entusiasmo dopo la vittoria di Pesaro, ma guai a sottovalutare Trieste. “È il grande errore che non dobbiamo commettere” ha affermato Nicolò Dellosto ai microfoni del Piccolo.

QUI TRIESTE
“La posizione di Marco Legovich non è in discussione”.
Parole di tranquillità da parte del presidente Mario Ghiacci che blinda il suo coach.

A disposizione del tecnico ci saranno ancora tutti, tranne Lever, ancora in fase di recupero dall’infortunio al ginocchio.

I giuliani sono la peggior squadra per punti subiti, tuttavia hanno espresso il loro miglior basket nella trasferta contro la Virtus Bologna.