Caldo e smog, divieto di circolazione a Napoli. Divieto di circolazione a Napoli per 3 giorni: da venerdì 25 giugno a domenica 27 giugno 2021 a causa del superamento dei limiti di inquinamento. In pratica, non si può circolare venerdì dalle 11.00 alle 17.00, sabato e domenica dalle 8.30 alle 18.30.

La decisione è stata adottata con un’ordinanza a firma del sindaco di Napoli Luigi de Magistris in seguito al superamento del limite fissato di 50 μg/m3 per le PM10, in almeno tre centraline, dati registrati il 21 ed il 22 giugno, con un aumento delle polveri sottili.

Non possono circolare: autovetture e i veicoli commerciali Euro 0 ed Euro 1, incluse le “auto d’epoca” e/o “storiche”; veicoli commerciali ad alimentazione diesel N1, N2 e N3 di categoria inferiore o uguale ad Euro 3; autovetture di categoria inferiore o uguale ad Euro 3;motoveicoli e ciclomotori di categoria inferiore o uguale ad Euro 1.

Con deroga possono circolare: gli autoveicoli che trasportano diversamente abili con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta, in possesso del tesserino; Forze dell’Ordine, del servizio autonomo /Polizia locale /del Comune di Napoli, della Protezione Civile, dei militari, dell’amministrazione della Giustizia;

i veicoli di Enti pubblici, società ed aziende erogatrici di pubblici servizi ed i veicoli in chiamata di emergenza o adibiti al trasporto di materiale e/o personale addetto all’esecuzione di lavori ed opere urgenti e di pubblica utilità; i veicoli con a bordo un medico in visita domiciliare per chiamate d’urgenza ed i veicoli con operatori del settore informazione giornalistica e radiotelevisiva, nonché fotografi professionisti; i veicoli che trasportano soggetti portatori di malattie gravi che necessitano di particolari trattamenti; i veicoli che trasportano gas terapeutici o medicinali; gli autoveicoli ed i bus delle aziende di trasporto pubblico, i taxi ed i bus turistici; i veicoli a noleggio di portata inferiore a 3,5 ton., motoveicoli e ciclomotori a noleggio e autoveicoli delle autoscuole per le esercitazioni e per gli esami di guida muniti di apposita scritta “scuola guida”; i veicoli intestati a chi è residente in Regioni diverse dalla Campania che trasportano almeno un cittadino non residente in Campania; i veicoli, ma di portata inferiore a 3,5 tonnellate, per il trasporto di medicinali e/o trasporto di materiale sanitario di uso urgente e indifferibile adeguatamente certificato, nonché al trasporto di valori; le auto di servizio dei Consoli di carriera e dei Consoli onorari con targa/contrassegno di riconoscimento; i veicoli, i motoveicoli e i ciclomotori ibridi ed elettrici.