“Parlare di assunzioni, di qualsiasi livello occupazionale si tratti, non ci sembra indicato in questo periodo con una città che tra pochi giorni si recherà alle urne per le elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre. Richieste di personale da impiegare nella raccolta rifiuti, anche in imprese che hanno rapporti con il Comune di Napoli, con domande di partecipazione in un tempo ristrettissimo appare più che intempestivo” spiegano Diego Venanzoni, consigliere regionale, e Roberta Giova, consigliere comunale. “L’Asia Napoli che indice selezioni privatistiche ad evidenza pubblica per direttore risorse umane, per direttore operations e direttore Sicurezza Qualità e Ambiente; e ancora la stessa Amministrazione de Magistris. Questi sono tutti temi che, non vorremmo sbagliare, trattati ora sanno di una campagna elettorale mascherata. Quando poi c’è il rinnovo di un’Amministrazione comunale quella uscente deve operare con un’azione ordinaria e non straordinaria. Infine, il voto di approvazione del bilancio consuntivo e preventivo, espresso nell’ultima seduta di Consiglio comunale dell’era de Magistris non crediamo debba trasformarsi in una mera opportunità per candidati al Comune, ex assessori o consiglieri. C’è molto da pensare su tutto quanto sta accadendo in queste ultime ore e su cui porre la giusta attenzione. Sospendere ogni procedura concorsuale, diretta o indiretta nel contesto del Comune di Napoli e delle aziende partecipate ci sembra un atto doveroso” concludono Giova e Venanzoni.