• Tempo di Lettura:2Minuti

Controlli anti Covid ai “baretti”, lungomare e centro storico: identificate 100 persone, chiusi 4 locali. Gli agenti del Commissariato San Ferdinando, i militari dell’Arma dei Carabinieri e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati all’applicazione delle norme anti Covid-19 nella zona dei “baretti”, sul lungomare Caracciolo, in largo Sermoneta e in via Nazario Sauro, hanno identificato 88 persone sanzionandone una per aver consumato bevande in luogo pubblico.
Nel corso dell’attività gli operatori hanno effettuato un controllo in un bar in vico Belledonne a Chiaia e hanno sanzionato il titolare per aver consentito ad un avventore di consumare una bevanda all’ingresso del locale; inoltre, è stata disposta la chiusura dell’attività commerciale per 5 giorni.
Infine, gli operatori hanno controllato un esercizio commerciale in vico dei Sospiri e hanno sanzionato il titolare per occupazione di suolo pubblico poiché aveva occupato il doppio dello spazio già autorizzato.

Gli agenti del Commissariato Decumani hanno effettuato controlli nel centro storico e in particolare in largo San Giovanni Maggiore Pignatelli, largo Girolamo Giusso, largo Banchi Nuovi, via Carrozzieri a Monteoliveto e in Calata Trinità Maggiore.
Nel corso dell’attività i poliziotti hanno identificato 63 persone, di cui 9 sanzionate per inottemperanza alle misure anti Covid-19, e controllato 7 esercizi commerciali sanzionandone due in via dei Carrozzieri a Monteoliveto per aver somministrato bevande alcoliche a persone non sedute ai tavoli, e uno in Calata Trinità Maggiore per aver servito bevande alcoliche al banco ad un minore; per i tre locali è stata disposta la chiusura immediata ed elevata la sanzione della chiusura per un giorno.
Infine, ieri sera gli agenti sono stati avvicinati in largo San Giovanni Maggiore a Pignatelli da alcuni giovani che hanno indicato in vico II Foglie a Santa Chiara un giovane che, poco prima, aveva colpito un ragazzo con un tirapugni.
Gli operatori hanno fermato l’uomo, un 21enne napoletano, trovandolo in possesso del tirapugni e lo hanno denunciato per possesso di oggetti atti ad offendere e per lesioni personali.