Le cybertruffe corrono anche su Facebook e viaggiano addirittura su corsie preferenziali, poiché spesso sono pubblicizzate attraverso le inserzioni a pagamento. I cybercriminali approfittano degli scarsi controlli del social network sulle migliaia di annunci pubblicitari, promuovendo la vendita di prodotti che, in realtà, non saranno mai spediti. Come riportato dal blog Mistercredit.it ecco la storia di Marcello, truffato sull’acquisto di un gioco per suo figlio.

La testimonianza

Una decina di giorni prima di Natale ero alla ricerca di un giocattolo da regalare a mio figlio. Navigando su Facebook ho visto la pubblicità di alcuni set di costruzioni di una nota marca. Ho cliccato sul post sponsorizzato e si è aperto un sito con prodotti in quantità limitate e scontati fino all’80 per cento. Il nome del sito era strano, quasi impronunciabile, ma sul momento non ci ho fatto caso.

Allettato dai prezzi estremamente convenienti, temendo l’esaurimento delle offerte e complice la fretta di ordinare in tempo utile per la consegna prima di Natale, ho subito effettuato un acquisto di 39 euro pagando con carta di credito perché il pagamento con Paypal, che solitamente utilizzo, non era disponibile. Poco dopo ho ricevuto una mail di conferma dell’ordine. In apparenza, tutto sembrava regolare. Ma il 25 dicembre è trascorso senza aver ricevuto nulla.

Ho atteso il pacco ancora una settimana, ipotizzando ritardi dovuti al sovraccarico di spedizioni del periodo natalizio, poi ho scritto all’indirizzo mail dell’assistenza clienti per avere notizie. Nessuna risposta. A questo punto, insospettito, ho cercato su Google il nome del sito, scoprendo con mio grande disappunto che il negozio non era più online e che molte altre persone, come me, non avevano mai ricevuto i prodotti acquistati. Insomma, ero caduto anch’io vittima di una truffa”.

La truffa che ha subito Marcello è molto diffusa. I cybercriminali sfruttano la fiducia che l’utente ha in un prodotto che vede sponsorizzato sulla propria bacheca Facebook e gli insufficienti controlli del social network sulle migliaia di annunci pubblicitari presenti che spesso appaiono e scompaiono nell’arco di poco tempo.

Cybertruffe

Per evitare questo tipo di truffa sarebbe bastata una ricerca preventiva su Google per leggere le opinioni degli altri clienti e verificare l’affidabilità del venditore.

Come per qualunque acquisto online, il consiglio è di diffidare sempre di offerte troppo vantaggiose per essere reali. Per quanto riguarda il pagamento, è bene comprare solo su siti sicuri (l’indirizzo web deve contenere il lucchetto e iniziare con https) evitando trasferimenti di denaro e bonifici bancari. Infine, non dimentichiamo di segnalare al social network e alla polizia qualsiasi tentativo di truffa. (Mistercredit.it)

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it