• Tempo di Lettura:1Minuto

Il delitto di Avetrana nel 2010 sconvolse l’opinione pubblica per la sua atrocità.
La 15enne Sarà Scazzi fu uccisa il 26 agosto dalla zia Cosima Serrano e dalla cugina Sabrina Misseri per poi essere gettata in un pozzo dallo zio Michele Misseri.

Michele Misseri ha lasciato il carcere di Lecce dopo aver scontato la condanna a otto anni per soppressione di cadavere.

Dopo la sua scarcerazione, ai microfoni di “LaStampa” ha dichiarato:

Io non volevo uscire perché non è giusto, sono io il colpevole. Questa colpa mi fa stare male. Penso continuamente a cosa ho fatto a quell’angelo biondo. Mia moglie e mia figlia non hanno fatto nulla a Sarah, le volevano bene”

“Sono io il colpevole, se non fossi stato io Sarah sarebbe ancora viva, sorridente tra noi”