• Tempo di Lettura:1Minuto

Papa Francesco non ha letto l’omelia preparata per la messa della domenica delle Palme: il pontefice si era già mostrato affaticato. Alla fine del Vangelo infatti è rimasto in silenzio e poi è passato direttamente al Credo. Fa notizia perché è la prima volta che un papa non legge l’omelia della Domenica delle Palme. A celebrare con lui la messa oltre 400 prelati fra cui 30 cardinali, 25 vescovi e 350 sacerdoti. Ad assistere invece 25mila fedeli.

L’Angelus del Papa

Il Pontefice ha poi pronunciato l’Angelus:

“Assicuro la mia preghiera per le vittime del vile attentato terroristico compiuto l’altra sera a Mosca. Il Signore li accolga nella sua pace e conforti le loro famiglie. E converta i cuori di quanti proteggono, organizzano e attuano queste azioni disumane che offendono Dio, il quale ha comandato ‘non ucciderai'”. 

Poi sull’Ucraina e Gaza dice:

“In modo speciale penso alla martoriata Ucraina dove tantissima gente si trova senza elettricità a causa degli intensi attacchi contro le infrastrutture che, oltre a causare morti e sofferenza, comportano il rischio di una catastrofe umanitaria. Pensiamo a Gaza che soffre tanto”.