• Tempo di Lettura:1Minuto

Filippo Turetta, ventiduenne di Torreglia (Padova), è attualmente al centro di un’inchiesta per omicidio volontario premeditato della sua ex fidanzata, Giulia Cecchettin. Un messaggio WhatsApp, recuperato dal cloud della giovane e ora agli atti dell’inchiesta, evidenzia un comportamento ossessivo e minaccioso da parte di Turetta: “Mettiti in testa che o ci laureiamo insieme o la vita è finita per entrambi,” scriveva nel febbraio 2023.

Secondo le indagini dei carabinieri, Turetta non riusciva a rassegnarsi alla fine della relazione con Giulia. Amici e familiari della giovane hanno riferito che egli “agiva come se fosse sicuro di riconquistarla.” Questa convinzione, unita alla pressione psicologica esercitata su Giulia, ha creato un clima di tensione e paura.

Il messaggio WhatsApp

Il messaggio recuperato è significativo non solo per il suo contenuto minaccioso, ma anche perché rappresenta un pattern di comportamento di controllo e manipolazione. L’insistenza di laurearsi insieme, nonostante la fine della relazione, mostra come Turetta cercasse di mantenere un legame forzato con Giulia, ignorando i suoi desideri e il suo bisogno di spazio.

Segui Per Sempre News anche sui social!