Sull’ipotesi di non volere continuare nella pedonalizzazione del lungomare, se non nei fine settimana, come anticipato dal neo sindaco Gaetano Manfredi, ecco l’intervento del primo cittadino uscente. Luigi de Magistris spiega i perché procedere in questo senso sarebbe un grave errore. “Leggo che il neo sindaco Manfredi – scrive sulla sua pagina fb de Magistris – ritiene di non voler continuare sulla pedonalizzazione del lungomare liberato, se non nei fine settimana. Sorprende che un sindaco appena eletto non sia al corrente che è stata aggiudicata una gara pubblica con tanto di ingente finanziamento pubblico (13.500.000 euro) sulla riqualificazione del lungomare per la sua pedonalizzazione”. Quindi l’affondo: “Un uomo delle istituzioni come il rettore Manfredi non può non sapere che non dare seguito alla gara pubblica significa perdere finanziamenti pubblici e commettere delle palesi illegittimità sul piano amministrativo, senza considerare la miopia politica di una tale scelta, in quanto il lungomare liberato ha rappresentato uno dei principali brand per trasformare la città dei rifiuti in cui ci era stata consegnata dieci anni fa dal partito democratico, nella città del turismo, come anche i dati di questi giorni stanno dimostrando”. “Ci auguriamo che Manfredi non sprechi denaro pubblico e non sia ostaggio di equilibrismi politici”, conclude l’ex sindaco.