• Tempo di Lettura:1Minuto

“E’ arrivato il momento di far sentire la nostra voce su un provvedimento, quello che abbiamo ribattezzato “indegnità di discontinuità”, che tradisce lo spirito della Legge Delega votata nel 2022 (da tutto il Parlamento) che prevedeva di istituire un’indennità di discontinuità strutturale e permanente”. Da parte dell’intero settore spettacolo c’è il rifiuto totale, dunque, di accettare la decisione di un governo che non ha saputo e voluto ascoltare le parole di lavoratori e lavoratrici. E’ fondamentale esserci, partecipare, diffondere l’informazione a colleghe e colleghi, perchè abbiamo l’opportunità di ribadire, con una sola voce, la nostra ferma opposizione a questo attacco perpetrato ai danni del mondo della Cultura”. A diffonderlo sui social i lavoratori dello spettacolo con l’invito a partecipare alla mobilitazione del prossimo lunedì 27 novembre, che si svilupperà attraverso quattro assemblee in altrettante città italiane: Milano (teatro della Contraddizione); Genova (cinema Gioiello); Roma (cinema Aquila); Napoli (ex asilo Filangieri). L’orario per tutte le assemblee è dalle 11 alle 14.