• Tempo di Lettura:2Minuti

Il mistero intorno alla scomparsa e alla morte di Liliana Resinovich avvenuta a Trieste nel dicembre 2021 continua a suscitare domande e controversie. Il marito della donna, Sebastiano Visintin, ha rilasciato nuove dichiarazioni riguardo alla relazione extraconiugale di Liliana con Claudio Sterpin, un “amico speciale” che lei frequentava da anni.

Il marito di Liliana nega che lei abbia avuto la relazione con Sterpin

Durante un’intervista a Porta a Porta, Visintin ha negato categoricamente la relazione tra sua moglie e Sterpin, sottolineando la mancanza di prove concrete. Tuttavia, ha accusato Sterpin di aver nascosto informazioni cruciali sulla scomparsa di Liliana, evidenziando come Sterpin abbia chiamato i vicini di casa dopo la sparizione della donna e come abbia indicato il luogo dove il corpo è stato successivamente trovato.

Visintin ha espresso sospetti su Sterpin, suggerendo che potrebbe avere un motivo per nascondere la verità. Ha anche evidenziato il fatto che Liliana aveva detto di voler dire qualcosa a Visintin riguardo alla loro relazione.

Sterpin sostiene di aver avuto con Liliana una relazione durata 40 anni

D’altra parte, Sterpin ha parlato apertamente della sua relazione con Liliana, definendola una “relazione durata 40 anni” e rivelando che i due avevano intenzione di convivere e forse sposarsi. Ha anche suggerito che Liliana potrebbe aver detto a Visintin della loro relazione, poiché la donna gli aveva detto che avrebbe trovato il modo di confessarlo al marito.

Il mistero delle gravidanze interrotte

La vicenda si complica ulteriormente, con Sterpin che fornisce dettagli intimi sulla vita coniugale di Liliana e Visintin, sottolineando che la loro unione sessuale era finita. Ha anche affermato che la Resinovich potrebbe aver interrotto la gravidanza avuta con Visintin, sebbene lui stesso escluda di essere il padre del secondo bambino mai venuto alla luce. Ha affermato infatti l’uomo: “la seconda gravidanza sicuramente non era mio, per quella del 1985 non posso dire ‘no’ in assoluto perché ci si frequentava“.

Il caso di Liliana Resinovich continua a essere al centro dell’attenzione mediatica e giudiziaria. Le nuove rivelazioni sollevano interrogativi su chi sia veramente coinvolto nella scomparsa e nella morte della donna, aggiungendo un altro strato di complessità a una vicenda già drammatica e misteriosa. Resta da vedere cosa emergerà dalle indagini in corso e se sarà possibile fare piena chiarezza sulla verità dietro questo tragico evento.

Segui Per Sempre News anche sui social!