• Tempo di Lettura:2Minuti

La scomparsa di Mara Favro, una donna di 51 anni, avvenuta dopo il suo turno di lavoro in una pizzeria di Chiomonte, in Alta Val di Susa, continua a essere avvolta nel mistero. Oltre un mese dopo l’ultimo avvistamento, i racconti delle ultime persone che l’hanno vista presentano delle discrepanze che stanno complicando le indagini. Il fratello di Mara ha lanciato un appello alla Procura affinché sia avviata una ricerca più completa e articolata, includendo l’analisi dei tabulati telefonici e delle email per rintracciare i suoi contatti.

Gli ultimi avvistamenti di Mara

Gli ultimi ad aver visto Mara sono il suo datore di lavoro e il pizzaiolo del locale dove lavorava. Tuttavia, le loro versioni dei fatti non coincidono su alcuni punti cruciali, gettando ulteriori ombre sulle circostanze della sua scomparsa. Queste discrepanze potrebbero fornire elementi fondamentali per ricostruire gli spostamenti di Mara e risolvere il mistero che circonda la sua sparizione.

Il fratello di Mara ha espresso la necessità che la Procura di Torino agisca più attivamente, non limitandosi a considerare l’allontanamento volontario come unica spiegazione. Chiede un’indagine approfondita che comprenda l’analisi dei tabulati telefonici per individuare gli ultimi contatti di Mara. La situazione attuale, spiega, è di stallo, poiché la famiglia non dispone di prove concrete per seguire tracce significative.

Versioni contrastanti tra il datore di lavoro ed il pizzaiolo

Le versioni del datore di lavoro e del pizzaiolo presentano differenze significative. Mentre entrambi confermano che Mara è andata a lavorare il 7 marzo, ci sono discordie sulle circostanze della sua partenza dal locale e sugli eventi successivi. In particolare, il pizzaiolo afferma di aver ricevuto un messaggio da Mara annunciando la sua assenza al lavoro il giorno successivo, ma il datore di lavoro sostiene che questo messaggio è stato inviato prima della scomparsa. Inoltre, il datore di lavoro riporta che Mara avesse un appuntamento con un poliziotto di Cuneo quella sera, mentre il pizzaiolo menziona un possibile avvistamento di Mara su un’area di servizio con un camionista ad aprile.

L’incertezza derivante dalle versioni contrastanti delle ultime persone che hanno visto Mara rende urgente un’azione investigativa più approfondita e articolata. La famiglia continua a sperare che la verità sulla scomparsa di Mara possa essere finalmente svelata.

Segui Per Sempre News anche sui social!