L’immissione dei nuovi treni della Linea 1 della Metropolitana rappresenta un tema centrale per il miglioramento del servizio di trasporto pubblico cittadino da parte dell’Amministrazione Comunale di Napoli. Da oggi l’Ansfisa (Agenzia nazionale per la sicurezza dei trasporti) diventa ente responsabile in Italia per l’entrata in servizio dei treni metropolitani. Per evidenziare questo intento, il direttore dell’agenzia Domenico De Bartolomeo è giunto a Napoli, insieme al direttore della Direzione generale per la sicurezza delle strade e autostrade, Emanuele Renzi, per incontrare il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi e l’Assessore alla Mobilità Edoardo Cosenza (nella foto). Ansfisa si è impegnata ad accelerare l’immissione in servizio dei nuovi moderni veicoli (entro la fine del 2022), avendo sempre come priorità la sicurezza dei viaggiatori. “Oggi, con la sintonia tra Comune e Ansfisa, si compie il primo passo per avviare una svolta all’intero sistema di trasporto pubblico cittadino in modo da garantire agli utenti un sostanziale miglioramento in termini di frequenza e di qualità del servizio come chiedono i cittadini”, commenta il sindaco.
“Il nostro impegno per i treni della metropolitana di Napoli – ha dichiarato il direttore De Bartolomeo – è uno dei primi passi di un grande lavoro che Ansfisa intende portare avanti nell’ambito degli impianti fissi, con particolare attenzione alle metropolitane delle principali città italiane. Un’attenzione alla sicurezza che sarà possibile grazie alla preziosa collaborazione del personale proveniente dagli Ustif, gli uffici del Mims che dal 1° gennaio sono passati sotto la guida dell’Agenzia”.