• Tempo di Lettura:1Minuto

Occupazione: -210.000 autonomi rispetto al 2020. Il consolidarsi della tendenza al recupero dei livelli occupazionali, pur rappresentando indubbiamente un segnale positivo, non può far trascurare alcuni elementi di criticità che emergono dal quadro complessivo. Le incertezze che ancora permeano il quadro economico di riferimento, infatti, stanno rendendo difficile la crescita del lavoro dipendente a tempo indeterminato, elemento che potrebbe rendere più complessa la programmazione, da parte delle famiglie, dei consumi più impegnativi.

Il parziale recupero della componente autonoma appare, al momento, un elemento episodico legato alla riapertura di alcune attività stagionali, in considerazione di un saldo, rispetto ai livelli di febbraio 2020, ancora negativo per 210mila unità: questo il commento dell’Ufficio Studi di Confcommercio ai dati Istat di oggi sulla stima degli occupati e disoccupati a novembre.

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it