• Tempo di Lettura:2Minuti

Omar Favaro, il nome che molti ricordano per il tragico delitto di Novi Ligure, nel quale, insieme alla sua allora fidanzatina Erika De Nardo, uccise la madre e il fratello di lei quando aveva solo 16 anni, si trova nuovamente al centro dell’attenzione giudiziaria.

I maltrattamenti di Omar Favaro alla ex moglie

Questa volta, le accuse riguardano maltrattamenti e violenza sessuale nei confronti della sua ex moglie.

Secondo le denunce della donna, tra il 2019 e il 2021, Favaro avrebbe perpetrato atti di violenza nei suoi confronti, compresi botte, insulti, minacce, e violenza sessuale.

Le parole riportate dalla vittima testimoniano l’orrore vissuto quotidianamente: “Ti sfregio con l’acido”, “Fai schifo”, “Sei anoressica”.

Le accuse sono state mosse in seguito alla fine del matrimonio tra Favaro e la sua ex moglie. Inizialmente, la donna avrebbe minimizzato gli episodi di violenza, chiamando i carabinieri solo in quattro occasioni durante la loro convivenza. Tuttavia, dopo la separazione, ha denunciato Favaro e ha chiesto l’affidamento esclusivo della figlia, scatenando così una nuova indagine contro l’uomo.

Favaro nega categoricamente le accuse e sostiene che la sua ex moglie abbia inventato tutto per ottenere l’affidamento esclusivo della figlia.

Le indagini

Le indagini hanno portato alla luce un quadro inquietante.

Omar viene descritto come un individuo violento e possessivo, capace di comportamenti violenti e aggressioni fisiche, anche davanti alla loro bambina.

La situazione di Favaro si complica ulteriormente, poiché, oltre a doversi confrontare con le nuove accuse, cerca di ottenere l’affidamento della figlia. Tuttavia, le prove raccolte sembrano contraddire la sua versione dei fatti, e il futuro sembra portarlo verso un nuovo processo per i presunti atti di violenza perpetrati contro la sua ex moglie.

Segui Per Sempre News anche sui social!