• Tempo di Lettura:2Minuti

Salsomaggiore Terme è stata sconvolta da un terribile atto di violenza domestica, quando Lal Onkar, 67 anni, ha ucciso la moglie Meena Kumari, 66 anni, nel cuore della città, precisamente in via Trento, usando una mazza da cricket.

La tragica vicenda ha lasciato la comunità attonita, poiché molti erano al corrente dei problemi tra la coppia.

Don Luigi Guglielmoni, ex parroco della chiesa del quartiere, ha raccontato di aver cercato di intervenire, cercando di dialogare con Lal Onkar per farlo ragionare e instillare rispetto nei confronti della moglie.

Tuttavia, i suoi tentativi sono risultati vani, con Lal Onkar che sembrava non voler ascoltare.

I carabinieri erano già intervenuti

Segni premonitori di tensioni all’interno della coppia erano già emersi nel 2021 quando i carabinieri erano intervenuti in seguito a una lite tra i coniugi.

Nonostante ciò, Meena non aveva presentato denuncia, un atteggiamento confermato anche successivamente, quando i militari l’avevano convocata cercando di persuaderla a porre fine agli abusi subiti dal marito.

Chi era la vittima

La storia di Meena Kumari è stata descritta come quella di una donna impegnata e attiva, nota nella comunità per il suo impegno nella pulizia della chiesa. La sua vita è stata tragicamente interrotta da questo atto di violenza domestica.

L’omicidio di Meena Kumari evidenzia ancora una volta la necessità di affrontare con fermezza ed urgenza il problema della violenza domestica e di fornire supporto e protezione a coloro che ne sono vittime. Questa tragedia ha scosso profondamente la comunità locale, sollevando domande su come prevenire simili atrocità in futuro.