• Tempo di Lettura:2Minuti

Stamattina, nei campi di Cervinara, in provincia di Avellino, è avvenuta una tragica scoperta: un operaio di 63 anni, impegnato nella raccolta delle ciliegie, è stato trovato morto. La notizia ha scosso la comunità locale e solleva molte domande sulle circostanze del decesso.

Indagini in Corso

Il pubblico ministero della Procura di Avellino ha immediatamente disposto il sequestro della salma, che è stata trasferita all’ospedale del capoluogo per accertamenti medico-legali. Gli agenti del commissariato di Cervinara stanno attualmente indagando sulle cause della morte, esplorando diverse ipotesi, tra cui una caduta fatale dall’albero o un improvviso malore che non ha lasciato scampo all’operaio.

Dubbi sui soccorsi

Un aspetto particolarmente controverso riguarda i soccorsi. Pare che non sia stato allertato il servizio di emergenza 118. Invece, i colleghi di lavoro avrebbero trasportato l’operaio in auto presso la sede della centrale operativa del 118 di Cervinara. Questo dettaglio è al centro delle indagini, poiché il tempestivo intervento dei soccorsi potrebbe essere stato cruciale.

La vittima

La vittima, un uomo di 63 anni, era sposato e padre di due figlie, residente nel comune Caudino. La sua morte ha lasciato un vuoto incolmabile nella sua famiglia e nella comunità di Cervinara. L’intera zona è sotto shock per la tragedia che ha colpito un lavoratore conosciuto e stimato da tutti.