Papa Francesco: “Il cammino della pace è ancora lontano dalla vita reale”. Queste parole, che esprimono tutta la nuda e cruda realtà dei nostri giorni, sono state pronunciate dal Pontefice in occasione della 55° giornata Mondiale della Pace. E dette da Lui fanno veramente riflettere. Ma che cos’è la pace e chi è che la vuole davvero? Queste domande non possiamo non porgercele andando ad analizzare il significato della parola stessa.

Etimologicamente parlando, la pace è una situazione contraria allo stato di guerra, garantita dal rispetto dell’idea di interdipendenza nei rapporti internazionali e caratterizzata all’interno di uno stesso Stato, dal normale e fruttuoso svolgimento della vita politica, economica, sociale e culturale. “Ma con tutte queste guerre incapa che ci stann mettenn, direbbe Vox Populi, a vullimm o no questa pace?”.  Attraverso i media che ci bombardano giorno dopo giorno dei casi di contagio   con numeri statiche e percentuali sembra di leggere un bollettino di guerra che sta creando una sorta di fobia collettiva.

Senza voler minimante stigmatizzare ciò che è purtroppo la realtà dei nostri giorni circa la situazione pandemica, ma oggi si registrano casi che ci vengono segnalati di persone, che al sol sguardo rivoltagli da una persona contagiata sebbene asintomatica, corre in farmacia a farsi il tampone sebbene sia a sua volta asintomatica ed abbia avuto la somministrazione delle tre dosi di vaccino. Sembra di assistere ad uno stato di guerra nonostante essa, per fortuna, non sia stata ancora dichiarata e se improvvisamente invece lo venisse cosa potrebbe mai succedere?

Stiamo assistendo ad una sorta di “Si salvi chi può” a livello nazionale e gli ultimi, gli emarginati, quelli che vivono ai margini di un marciapiede che fine farebbero? Ed ecco che quindi ci sovviene un’emblematica frase di Nelson Mandela che a proposito della pace diceva. “La pace è un sogno che può diventare realtà ma per costruirla bisogna essere capaci di sognare” Cosa si sente di suggerire quindi al riguardo Vox Populi

Il Pontefice nel corso del suo discorso in occasione della Giornata Mondiale della pace ha anche detto: La pace è un insieme di dono dall’alto e frutto di un impegno condiviso…. Si tratta di elementi imprescindibili senza i quali ogni progetto di pace si rileva inconsistente” Quini “sì O ver che Gesù Crist addà mettere a mano soia, è anche ‘o ver che l’omm addà fa l’omm. Mediate gente meditate. Buon anno.

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it