• Tempo di Lettura:2Minuti

Il caso della scomparsa di Emanuela Orlandi, la giovane quindicenne sparita più di quaranta anni fa da città del Vaticano, resta avvolto nel mistero. Papa Francesco, durante un discorso, ha ribadito il suo impegno affinché emerga la verità su questa vicenda che ha segnato profondamente tutta Italia.

“In Vaticano soffriamo ancora tanto per la scomparsa, avvenuta più di quaranta anni fa, di una nostra cittadina, che all’epoca aveva quindici anni. Continuo a pregare per lei e per i suoi familiari, in particolare la mamma“, ha dichiarato il Pontefice. Papa Francesco ha poi sottolineato l’importanza dell’inchiesta aperta in Vaticano per far luce su questa storia e portare alla luce la verità.

Il Papa ha voluto esprimere vicinanza non solo alla famiglia di Emanuela Orlandi, ma a tutte le famiglie che hanno perso un loro caro in circostanze simili. “Parlando di Emanuela, voglio che tutte quelle famiglie che piangono la scomparsa di un proprio caro sentano la mia vicinanza. Sono accanto a loro“, ha affermato Papa Francesco.

Intanto, la vicenda di Emanuela Orlandi e di Mirella Gregori, un’altra giovane scomparsa nel 1983, è oggetto di indagine da parte della prima Commissione parlamentare di inchiesta. Il 14 marzo, la Commissione bicamerale è entrata ufficialmente in carica con l’obiettivo di fare luce su una vicenda avvolta nella oscurità da oltre 40 anni. Il presidente della Commissione, il senatore Andrea De Priamo, ha espresso la sua determinazione nel portare avanti un lavoro serio e attento per contribuire alla ricerca della verità.

Seguiteci su https://www.facebook.com/persemprenews, https://twitter.com/home