• Tempo di Lettura:2Minuti

Per Simone Isaia, il clochard di 32 anni che fu accusato di aver dato fuoco alla Venere degli stracci, quattro anni di reclusione e al pagamento di una multa di 4mila euro. Simone Isaia con un processo e rito abbreviato non ha avuto sconti nonostante vivesse tra grossi disagi e ai margini della società. Da piu’ parti l’appello affinchè si possa liberare Simone e aiutarlo. Ecco alcuni commenti social sulla vicenda come quelli di Paolo Giulierini, ex Direttore del Mann e Sergio D’Angelo, politico e consigliere Comune di Napoli.
Paolo Giulierini “Pinocchio alla pre­senza del giudice, raccontò per filo e per segno l’iniqua frode di cui era stato vittima, dette il nome, il cognome e i connotati dei malandrini, e finì col chiedere giustizia. Il Giudice lo ascoltò con molta benignità, prese vivissima parte al racconto, s’intenerì, si commos­se e, quando il burattino non ebbe più nulla da dire, suonò il campanello. A quella scampanellata comparvero subito due can mastini vestiti da gendarmi. Allora il Giudice, accennando ai gendarmi Pinocchio, disse loro:—Quel povero diavolo è stato derubato di quat­tro monete d’oro: pigliatelo dunque e mettetelo su­bito in prigione. Oggi a Napoli chi era stato già derubato della propria dignità si è preso anche 4 anni di prigione. Se l’arte è servita solo a ciò ha fallito miseramente il proprio compito. E, con questo finale, tutti noi”.
Sergio D’Angelo “Una sentenza durissima che mi lascia profondamente amareggiato perché Simone è un ragazzo senza fissa dimora che vive una condizione di solitudine e di disagio. Una sentenza che fa male a lui e all’intera comunità. Infliggere una pena così severa ad un ragazzo che ha bisogno di essere aiutato è fuori dalla grazia di Dio. Non considerare la situazione soggettiva, il suo evidente disagio psicologico è un grande errore. Una sentenza ingiusta e sbagliata che spero sia ribaltata in appello. Liberiamo Simone. È di stracci come i suoi che parla la Venere di Pistoletto. Facciamoci i conti”.

E Simone, mi sa, ha perso anche questa volta.