Polizia, Massimo (Usip-Uil): “Concordi con parole Riello. Inasprimento e certezza della pena anche per minori”. “Concordiamo pienamente con le parole ed i concetti espressi attraverso la stampa dal Procuratore Generale della Corte di Appello di Napoli (nella foto) Luigi Riello rispetto alle azioni concrete da mettere in campo affinché la criminalità organizzata e tutte le sue ramificazioni vengano colpite duramente ed estirpate dal cuore della città di Napoli. Chiediamo al ministro degli Interni Luciana Lamorgese ed al capo della polizia Lamberto Giannini più uomini, più mezzi e più soldi da destinare alle forze dell’ordine affinché quanto affermato dal dottor Riello possa tramutarsi in realtà”. È quanto dichiara in una nota il Segretario Generale di Napoli della U.S.I.P.-U.I.L. Confederale Roberto Massimo.
“Bisogna evitare continue operazioni di militarizzazione della città per iniziative di facciata e dare seguito a programmi di intervento costanti e concreti. Bisogna prevedere, inoltre, l’inasprimento e la certezza della pena anche per i minori che si macchiano di gravi reati legati ai contesti camorristici, così come la possibilità di revocarne la patria podestà ai genitori”, continua Massimo. “Sul tema del contrasto alla criminalità e alle baby-gang come Usip organizzeremo una tavola rotonda tra attori protagonisti. La problematica è seria e meritevole di essere discussa”, conclude la nota di Roberto Massimo.