• Tempo di Lettura:2Minuti

La Corte federale ha confermato la revoca del visto, Nole lascerà l’Australia. Il presidente serbo: “Torna a testa alta”
Novak Djokovic ha lasciato l’Australia con un volo della Emirates destinazione Dubai. Il decollo era in programma alle 22.30 locali, le 12.30 italiane.

Dopo l’annullamento del visto di Djokovic che non potrà prendere parte agli Australian Open, l’Atp ha deciso che il suo posto sarà preso dall’italiano Salvatore Caruso. Il lucky loser  è il numero 150 del mondo.

Salvatore Caruso ha commentato: “Non ho seguito molto la vicenda Djokovic, sono qui per giocare a tennis. Diciamo che sono diventato il lucky loser più famoso della storia”, ha inoltre aggiunto: “Onestamente fra tennisti non si è parlato troppo della vicenda Nole. Qui ci giochiamo uno Slam e siamo concentrati sul nostro lavoro. Per lui è una brutta botta, ma è un grandissimo campione e credo che col tempo troverà la forza per superare anche questo momento di difficoltà”, ha aggiunto.

Anche l’Atp ha commentato la decisione del tribunale australiano che “segna la fine di una serie di eventi profondamente deplorevoli”. Riconosce che “In definitiva, devono essere rispettate le decisioni delle autorità giudiziarie in materia di salute pubblica. È necessario più tempo per fare il punto sui fatti e per trarre gli insegnamenti da questa situazione”. Poi l’appoggio a Djokovic: “Indipendentemente da come siamo arrivati qui, Novak è uno dei più grandi campioni del nostro sport e la sua assenza dagli Australian Open è una sconfitta per il gioco. Sappiamo quanto siano stati turbolenti gli ultimi giorni per Novak e quanto volesse difendere il suo titolo a Melbourne. Gli auguriamo ogni bene e non vediamo l’ora di rivederlo presto in campo. L’Atp continua a raccomandare vivamente la vaccinazione a tutti i giocatori”.

seguici su persemprecalcio