“Roma non può rinunciare ad essere una città sicura. L’aumento della criminalità è collegata al disagio sociale accentuato dalla crisi. Anche gli agenti della polizia locale di Roma Capitale sono troppo spesso vittime di aggressioni. Per questo è fondamentale che vengano dotati di strumenti idonei di difesa come i cosiddetti Taser, le pistole elettriche”. A dirlo Maria Beatrice Romani, candidata della Lega al consiglio comunale di Roma.

“Sul tema serve un’azione sinergica sul piano nazionale. Inoltre – prosegue Romani – aumentare le risorse da destinare ai sistemi di videosorveglianza posizionati nei luoghi pubblici e integrare e coordinare gli impianti di videosorveglianza privata con quelli delle forze dell’ordine. Come pure incrementare l’illuminazione, deterrente all’illegalità dilagante, compresa quella delle facciate degli edifici. Oltre che avvalersi di tecnologie innovative per la segnalazione dei pericoli”.

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it