• Tempo di Lettura:2Minuti

Una nuova vicenda coinvolge il nome di Rudy Guede, l’uomo noto per essere stato coinvolto nell’omicidio di Meredith Kercher a Perugia nel 2007. Questa volta, Guede è al centro di accuse di maltrattamenti, lesioni e violenza sessuale mosse dalla sua ex fidanzata. Centinaia di migliaia di foto e altri file estratti dallo smartphone di Guede sono ora al centro di un complesso procedimento legale.

Secondo quanto riportato, l’ex fidanzata di Guede ha presentato agli investigatori i messaggi intercorsi tra loro, scattati durante il periodo della loro relazione, segnata da episodi turbolenti. La pubblica accusa di Viterbo, dove Rudy risiede attualmente, ha richiesto una perizia tecnica sul telefono dell’uomo, al fine di esaminare il materiale presente. Gli esami sono ancora in corso, poiché la vastità dei dati richiede tempo per essere analizzata a fondo.

La fotografia della ex di Guede

Uno degli elementi chiave delle indagini è la presunta esistenza di una fotografia, dichiarata dalla vittima, scattata mentre era ancora insanguinata subito dopo essere stata violentata da Guede. Tuttavia, questa foto non è stata trovata tra i file recuperati dal dispositivo, nonostante gli sforzi degli esperti informatici incaricati dal Tribunale di Viterbo.

Le indagini sulla presunta violenza e abusi sessuali commessi da Rudy nei confronti della sua ex fidanzata sono iniziate dopo la denuncia della vittima, che ha raccontato di essere stata aggredita ripetutamente durante il periodo della loro relazione tra il 2022 e il 2023. La donna ha anche fornito referti medici delle lesioni subite, che hanno richiesto cure ospedaliere.

Rudy nega le accuse

Da parte sua, Rudy Guede ha negato le accuse, sostenendo di non aver mai maltrattato la sua ex fidanzata e di non ricordare alcun episodio di violenza. Durante l’interrogatorio di garanzia, ha affermato di aver sempre rispettato la donna e ha attribuito le lesioni da lei riportate all’attività sportiva da lei praticata.

Segui Per Sempre News anche sui social!