• Tempo di Lettura:2Minuti

Il ricordo della mitica Squadra Mobile anni ’70-’80

Il premio nazionale “Per Sempre Scugnizzo 2023”, intitolato alla memoria della giornalista Alessandra Origo, tra gli altri, è stato consegnato alla Questura di Napoli “dedicato a tutte le donne e gli uomini della Polizia di Stato, servitori silenti, che hanno operato ed operano con passione, dedizione, energia ed altruismo per la tutela delle libertà e dei diritti dei cittadini conformemente alle leggi statali”. Così nella motivazione del premio da parte degli organizzatori.
“Il riconoscimento odierno è anche occasione per rendere un tributo alla memoria di tutti coloro che negli anni hanno servito nella famiglia della Polizia e della Questura di Napoli in particolare”. Ed ancora: “Sono stati moltissimi e vogliamo citare il maresciallo Carmine Forbuso e l’Ispettore Vincenzo Pirone che fecero parte della mitica Squadra Mobile di Napoli che continua a riscuotere successi”. A testimonianza del suo legame con quegli uomini è stato presente all’evento l’ispettore Pietro Musacchio “che di quel reparto operativo ha fatto parte”.
Nella Sala della Loggia, tra gli ospiti, anche la signora Giulia Pirone Pisani, consorte del Dott. Vittorio Pisani, capo della Polizia. E il dottor Maurizio Agricola, questore di Napoli, che ha ritirato la “Maschera dello Scugnizzo”, realizzato dallo scultore Domenico Sepe.”Un riconoscimento che ci consente di ricordare quella Squadra Mobile che ha scritto pagine importanti irripetibili – ha evidenziato Maurizio Agricola (nella foto al centro, tra il generale Giuseppe Esposito e Laura Bercioux) -, e di dedicarlo alle donne e agli uomini che operano costantemente e con grande impegno per un forte presidio di legalità, quale è la polizia”.