• Tempo di Lettura:1Minuto

E’ allarme siccità da Nord a Sud dell’Italia. Quasi tutte le Regioni sono sul punto di chiedere lo stato di emergenza. Mentre il Governo è al lavoro per risolvere questo fenomeno che non si registrava da anni, con queste dimensioni. In stretto contatto con il presidente delle Regioni per individuare quanto prima eventuali interventi da adottare.

“Si potrà proclamare lo stato di eccezionale avversità atmosferica”, per quanto concerne il settore agricolo, e sempre su proposta delle Regioni, “qualora il danno provocato dalla siccità superi il 30% della produzione lorda vendibile”. E’ quanto è emerso dalla riunione al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali per fare il punto sull’emergenza siccità. Presenti oltre al ministro Stefano Patuanelli, il sottosegretario Gian Marco Centinaio, il capo della protezione civile Fabrizio Curcio.  

Per Fabrizio Curcio “non c’è dubbio che c’è una criticità importante dovuta al fatto che non piove da settimane. I fiumi sono in grossa dismissione, il cuneo salino nel Po arriva addirittura a decine di chilometri. La situazione ha una sua complessità”.