• Tempo di Lettura:2Minuti

Super green rafforzato dal 6 dicembre al 15 gennaio, il Governo ci ha messo la faccia per salvare il Natale e non deludere la voglia di festa che riguarda tutti. Esercenti consapevoli della difficoltà dei controlli puntano sullo shopping per dare un colpo di spugna all’anno delle restrizioni. Vaccinati soddisfatti, no vax un po’ meno, avanti tutta sulla strada della protesta a tutela di un’idea dura a morire: green pass no.

Volano stracci tra opinionisti pro e contro le decisioni di una scelta tutta politica dicono e non sanitaria. Medici compiacenti che autorizzano certificati falsi, vite sospese ma liberi di avvallare pratiche non in linea con il comitato scientifico che invita i non vaccinati ad allinearsi. Trattato del Quirinale , patto rafforzato tra Italia e Francia per un’ Europa più unita. Un momento storico di cui andare fieri ha detto Draghi, per la prima volta siamo protagonisti della scena decidiamo noi non gli altri.

Macron convinto della necessità di un’intesa a tutto campo sul patto di stabilità, sul fronte dell’immigrazione, valori condivisi nel rispetto delle regole. E proprio sulle regole dovrebbe il governo impegnarsi di più e applicare modifiche a leggi che non tutelano le esigenze del momento. La giornata internazionale delle donne contro la violenza, 109 i femminicidi consumati in un anno e’ stata celebrata ovunque con tante parole , splendide letture, ma allo stato pratico miglioramenti non si notano, le vittime si piangono bisogna cambiare le leggi e tutelare la loro incolumità, cosa che non accade nonostante le denunce , le forze dell’ ordine arrivano sempre in ritardo. Insomma il Paese e’ in movimento carico di tensioni, di paure nei confronti di un virus che non molla la presa per colpa di varianti che arrivano da tutte le parti senza preavviso, superata la Delta, ecco pronta quella africana.

Meno di un mese a Natale c’e’ bisogno di pace, per confortare gli animi oppressi, come sempre tutti punteranno al nuovo anno più ricco di promesse che di imprevisti.

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it