• Tempo di Lettura:2Minuti

A Carpenedolo, in provincia di Brescia, questa mattina un uomo di 43 anni ha perso la vita dopo essere precipitato da un tetto, dall’altezza di circa dieci metri.

L’uomo, di origini albanesi, stava svolgendo le sue mansioni lavorative presso la Ghirardi, un’azienda specializzata nella produzione di manufatti in marmo, quando si è verificato l’incidente fatale.

L’episodio drammatico si è verificato poco prima delle 8 del mattino di martedì 12 marzo.

L’operaio, impiegato per conto di una ditta esterna, si trovava sul tetto di un capannone dell’azienda per riparare i danni causati da una grandinata estiva. Per ragioni ancora da chiarire, l’uomo è precipitato nel vuoto, compiendo un volo di alcuni metri e finendo su alcune lastre di marmo.

Nonostante l’intervento tempestivo dei soccorsi e dei sanitari del 118, purtroppo per l’operaio non c’è stato nulla da fare: è deceduto sul posto a causa delle gravi lesioni riportate nell’impatto. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Desenzano e i tecnici dell’Ats di Brescia per i rilievi del caso e per avviare le indagini sulla dinamica e le cause dell’incidente.

Al momento, gli accertamenti sono ancora in corso e le autorità stanno cercando di ricostruire quanto accaduto per comprendere le ragioni che hanno portato alla tragedia. Saranno fondamentali le testimonianze dei colleghi dell’uomo, alcuni dei quali potrebbero aver assistito all’incidente, per avere una visione più chiara della dinamica degli eventi.

Questo tragico episodio sottolinea ancora una volta l’importanza di garantire un ambiente di lavoro sicuro e protetto, affinché tragedie simili possano essere prevenute in futuro.

Segui Per Sempre News anche sui social!