• Tempo di Lettura:2Minuti

Non ce l’ha fatta il bracciante agricolo indiano di 31 anni, vittima di un tragico incidente sul lavoro nei campi di Cisterna di Latina. L’uomo, che aveva perso un braccio durante il lavoro, è deceduto oggi all’ospedale San Camillo di Roma, dove era stato trasportato d’urgenza in eliambulanza.

L’Incidente

Secondo la ricostruzione dei carabinieri del Radiomobile e della Stazione di Borgo Podgora, il bracciante stava lavorando in un’azienda agricola locale quando è stato coinvolto in un grave incidente. Per cause ancora in corso di accertamento, il giovane è stato agganciato da un macchinario avvolgi plastica a rullo, trainato da un trattore. Il dispositivo gli ha tranciato il braccio destro e schiacciato gli arti inferiori, causandogli ferite gravissime.

Il soccorso mancato

Dopo l’incidente, il 31enne è stato accompagnato a casa, anziché ricevere immediatamente le cure mediche necessarie. In una scena scioccante, l’arto tranciato è stato semplicemente poggiato sopra una cassetta utilizzata per la raccolta degli ortaggi. Solo successivamente sono stati chiamati i soccorsi, che hanno trasportato il lavoratore in ospedale.

La corsa in ospedale

Il bracciante è stato portato d’urgenza all’ospedale San Camillo di Roma in eliambulanza, ma le sue condizioni erano già critiche. Nonostante gli sforzi dei medici, l’uomo è deceduto a causa delle gravissime ferite riportate

Segui Per Sempre News anche sui social!