• Tempo di Lettura:2Minuti

L’Unione Europa ha deciso di muoversi contro TikTok: la Commissione europea ha aperto una procedura contro il social network per verificare possibili violazioni agli obblighi di tutela dei minori, previsti dalla legge Ue sui servizi digitali (Dsa). La decisione da parte dell’esecutivo comunitario arriva dopo aver chiesto più volte informazioni al social cinese e da procedura formale si potrebbe arrivare a una pesante multa. L’indagine si concentrerà sul design di TikTok, compresi gli algoritmi che possono indurre a dipendenze comportamentali. Sotto esame anche gli strumenti che il social utilizza per impedire che i minori accedano a contenuti inappropriati.

Se TikTok fosse giudicata colpevole di aver violato le nuove regole europee entrate in vigore a partire dallo scorso anno, potrebbe rischiare multe fino al 6% del fatturato globale. Questa procedura portata avanti da Bruxelles è quella avviata a dicembre contro X, relativa anche agli obblighi di contrasto alla diffusione di contenuti illegali e di combattere la manipolazione delle informazioni sulla piattaforma. 

Le parole di Thierry Breton

Queste le parole di Thierry Breton, commissario del Mercato Interno:

“Essendo una piattaforma che raggiunge milioni di bambini e adolescenti, TikTok deve rispettare pienamente la Dsa e ha un ruolo particolare da svolgere nella tutela dei minori online. Oggi avviamo questa procedura formale di infrazione per garantire che vengano intraprese azioni proporzionate per proteggere il benessere fisico ed emotivo dei giovani europei. Non dobbiamo risparmiare alcuno sforzo per proteggere i nostri figli”.