Whirlpool, Laudando: “Decisione azienda inaccettabile. Intervento Draghi vitale”

“La decisione della Whirlpool di avviare la procedura di licenziamento per tutti i lavoratori è inaccettabile. Siamo vicini alle 340 famiglie che da anni sono in balia di una multinazionale che promette e poi si tira indietro. L’intervento del Premier Draghi è oggi vitale più che in passato per dare respiro ai lavoratori”. Così, in una nota, Antonio Laudando avvocato e direttore regionale Enasc (Ente Nazionale Assistenza Sociale ai Cittadini).