Parrella: “Situazione critica, il virus circola veloce. Zona rossa? Necessaria solo se i controlli vengono fatti”.
In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Roberto Parrella (foto) direttore malattie infettive AORN dei Colli: “Situazione? Purtroppo abbiamo un osservatorio particolare. Da noi vengono quei pazienti che vanno in progressione di malattie e si ricoverano. Sappiamo cosa comporta un’infezione diffuse. Come diceva il dott. Montesarchio, noi le regole le abbiamo, ma non sono state rispettate. Noi siamo d’accordo sul fatto che le regole vengano fatte rispettare, ma in attesa di questo il virus circola e circola veloce. È vero e giusto, non devono pagare sempre gli stessi, ma se sull’organizzazione di tasse pagano sempre gli stessi e poi penseremo come risolvere, qua non possiamo pensarci. Chi se ne infischia fa danni. È un anno che noi viviamo in bolla con il virus. Siamo i primi ad auspicare un’apertura. Le autorità’ devono fare maggiori controlli? Nessun provvedimento di restrizione in zona rossa, se poi non si applicano restrizioni e controlli di tipo militare, dà effetto. Sono i pochi che rovinano tutto”