Nuovo appuntamento internazionale al Campania Teatro Festival, finanziato dalla Regione Campania e diretto da Ruggero Cappuccio. Giovedì 16 settembre alle 21, con replica il giorno successivo alla stessa ora, al teatro Politeama di Napoli andrà in scena “Transverse orientation” (foto Julian Mommert), l’ultimo visionario e poetico lavoro del coreografo greco Dimitris Papaioannou, co-prodotto dalla Fondazione Campania dei Festival.

Il titolo è un chiaro riferimento alla teoria scientifica che prova a spiegare l’attrazione delle falene per le fonti di luce. Al centro dello spettacolo teatrale, debutto per l’Italia, la metamorfosi e il mito del Minotauro, il mostro ucciso da Teseo. Un viaggio tra antichità e modernità, permanenza e transitorietà, metafora del giovane che vuole uccidere il vecchio per creare un mondo nuovo. Alla ricerca della luce, attraverso quel senso dell’imprevisto che diventa arte. Musiche di Antonio Vivaldi.

Con Damiano Ottavio Bigi, Suka Horn, Jan Mollmer, Breanna O’ Mara, Tina Papanikolaou, Lukasz Przytarski, Christos Strinopoulos, Michalis Theophanous.