“Ogni anno al rientro in aula i tanti alunni con disabilità e i loro genitori si ritrovano a dover fare i conti con diverse problematiche. Innanzitutto quelle relative all’inaccessibilità dei plessi scolastici, dal momento che pochissimi edifici sono privi di barriere architettoniche e dunque pienamente accessibili alle persone con disabilità”. E’ l’allarme lanciato dal Garante dei disabili della Regione Campania, l’avv. Paolo Colombo (nella foto). “Da una Rilevazione Istat – ha evidenziato – è emerso che oltre due terzi delle scuole non sono accessibili per gli alunni con disabilità. Un altro problema è quello relativo ai ritardi nell’assegnazione dell’insegnante di sostegno o dell’assistente all’autonomia e comunicazione, i quali spesso mancano anche di una adeguata preparazione. Per non parlare, poi, della problematica dei trasporti e della fornitura degli ausili necessari”. L’avvocato Colombo, nell’augurare a tutti i protagonisti del mondo scolastico una fruttuosa ripresa delle attività didattiche, ha rivolto un appello “alle autorità scolastiche, sanitarie e agli enti locali, affinché si ponga riparo una volta per tutte e per tempo a questi disservizi che creano ulteriori disagi ed angosce agli studenti con disabilità e alle loro famiglie”.