• Tempo di Lettura:1Minuto

“È una follia burocratica insistere sui controlli quotidiani, siamo in alto mare, stiamo aspettando indicazioni sulle procedure, ma se le scuole devono controllare tutti i giorni i certificati di docenti e personale rischiamo che si inizi a mezzogiorno“. Questo il pensiero di Mario Rusconi (nella foto dal web) presidente dei dirigenti scolastici di Roma per quanto riguarda il green pass propedeutico al ritorno in aula. “La scuola – spiega – è fatta per formare gli studenti. Non possiamo essere accomunati ad albergatori e ristoratori. Così la scuola abdica al suo ruolo di ente di formazione“. Quindi, il preside suggerisce “la cosa più semplice sarebbe inviare l’elenco del personale della scuola con codice fiscale e la Regione desse indicazioni su chi ha il green pass o meno, o in alternativa, che ci fosse una verifica una tantum”.

intanto l’1 settembre si avvicina: “la scuole saranno impegnate a ospitare i collegi dei docenti e gli esami di riparazione: “Voglio sperare che per quella data ci arrivino comunicazioni”, conclude Rusconi.