• Tempo di Lettura:3Minuti

Napoletano, 25 anni, laureando in informatica ha creato la sua prima app e pochi giorni fa ha ricevuto un premio come “Giovane Changemaker” / ”Mentor” del progetto GEN C – Generazione Changemaker, promosso dall’Agenzia Nazionale per i Giovani e Ashoka Italia.

Matteo è un giovane studente e startupper che, dopo aver frequentato per un anno la Apple Academy di Napoli, viaggiando in lungo e in largo attraverso un programma Erasmus dall’Armenia, alla Spagna, dalla Germania alla Svezia si è reso conto che la maggior parte degli studenti aveva le medesime difficoltà cioè reperire informazioni utili per partecipare a corsi, concorsi e bandi nell’ambito dell’Erasmus+.

Da qui è nata l’dea di realizzare un ambiente integrato, un riferimento sempre aggiornato sul mondo Erasmus+. Sono migliaia infatti i ragazzi che si sono registrati su ‘applyandgo.eu’ così si chiama il sito con la sua app. 

“Erasmus+ è un mondo da scoprire – ha spiegato Matteo Russo – si propone di formare i ragazzi tramite eventi ed incontri, si discutono e si approfondiscono tematiche come quella del green. In Croazia per esempio ho partecipato ad un discussione sui valori europei, in Emilia Romagna sul tema dell’ambiente. Il tutto avviene senza l’ausilio di insegnanti”.  

Mancava dunque una piattaforma che permettesse di raggruppare i numerosi progetti e che fosse fruibile a tutti. “Prima della mia app – ha aggiunto Matteo – i ragazzi organizzavano gli incontri attraverso gruppi chiusi sui social network, io ho reso le informazioni disponibili a chiunque viva in Europa. Si scarica l’app e gli organizzatori di progetti NGO, le Università registrano i loro progetti e noi pubblichiamo dopo attenta verifica”.

Volato a Dublino per un progetto importante, il giovane startupper ha scelto di tornare a Napoli e mettere a disposizione le sue capacità per la città: “Sono molto legato a Napoli – ha sottolineato –  non sono cieco ai problemi, ma credo che dove c’è una criticità c’è una soluzione, un’opportunità per investire e migliorare il nostro futuro.

E’ nata così la collaborazione con l’onorevole Francesco Emilio Borrelli. Il neo parlamentare, celebre per le sue battaglie contro l’illegalità, sostiene il sito Econapoli.com. “Su questo portale carichiamo diverse iniziative di solidarietà che riguardano tutti i quartieri di Napoli: dal recupero di un’area verde, ai lavori di ristrutturazione per rimettere a posto un campetto per i ragazzi”.

I cittadini possono sostenere queste attività senza l’obbligo di investire risorse: “è così. Ci sono varie raccolte fondi che non escludono nessuno – ha concluso Matteo che è anche un associato del WWF Napoli – , in pratica leggendo una determinata iniziativa, si sceglie di dare spazio ad uno sponsor cliccandoci sopra e in questo modo si caricano varie ‘piantine’. Si raggiunge l’obiettivo non appena si raggiungono i pic necessari”.