• Tempo di Lettura:2Minuti

Diventare genitori significa, in primis, individuare le migliori scelte educative e le modalità di dialogo attraverso le quali instaurare un valido rapporto con il proprio figlio. L’oramai costante andamento dei principi della società moderna, induce spesso i neo genitori, ad adottare modelli basati sull’imposizione del proprio status e nello stesso tempo, sul mero soddisfacimento dei bisogni primari, tralasciando quello più importante e cioè quello dell’accettazione del figlio nella sua individualità. Ciò che conta principalmente per quest’ultimo, è infatti essere riconosciuto dai propri genitori nella propria integrità per poter poi essere accompagnato durante il suo percorso formativo di vita, con l’ascolto e con il soddisfacimento dei suoi bisogni emotivi prima ancora di quelli materiali. Il passaggio da figli a genitori rappresenta sicuramente uno dei più significativi momenti della nostra vita perché oltre a mettere a confronto due diverse generazioni, segna un passaggio emblematico nella nostra esistenza.

È in questa fase che comprendiamo, forse, quanto sia davvero difficile assurgere a questo ruolo che, con il passare degli anni e l’evolversi della società moderna, diventa sempre più impegnativo. Ed ecco che il tempo di attesa è quello maggiormente propedeutico all’adozione di quel modello genitoriale che poi sceglieremo di adottare. È in questa fase che i futuri neo genitori cercano di trarre dalla loro precedente esperienza di figli, tutti quelli insegnamenti che potranno essere loro utili al fine di poter assurgere nel migliore dei modi al loro difficile ruolo che li aspetta da ricoprire. Si ha allora la consapevolezza dei propri errori commessi verso i propri genitori e si cerca pertanto di evitare di commetterli in egual misura verso il proprio figlio che nascerà.

Nello stesso  modo in cui oggi giudichiamo l’operato dei nostri genitori, un giorno saremo giudicati dai nostri figli, pertanto cerchiamo quindi di prepararci al meglio a svolgere questo difficile ruolo con la consapevolezza che la vita, in fondo, è un inevitabile e continuo passar di mano dal quale nessuno potrà mai sottrarsi. Meditate gente, meditate.     

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it