• Tempo di Lettura:3Minuti

Tutti in corsa per l’Ucraina. Si bombarda senza sosta nel sud est dell’ Ucraina, Leopoli e Kherson senza respiro, il Donbass difronte a tanta devastazione secondo l’ intelligence britannica sta orientando i suoi sentimenti verso gli ucraini. Mariupol al limite della vivibilita’ i centinaia di civili impossibilitati alla fuga, rifugiati negli scantinati escono all’aria aperta per cucinare il cibo che ricevono e ridistribuirlo a chi non e’ in grado di muoversi, anziani in generale.

Il dramma dei prigionieri dell’Azvstal con il passare delle ore rischia di trasformarsi in tragedia se non si troverà la soluzione per evacuare i feriti , Erdogan pronto a fornire la nave per Istanbul. Poche le speranze per i miliziani decisi a non arrendersi , Putin si e’ capito , parola di esperti vuole evitare la carneficina, preferisce lanciare bombe al fosforo, e subire l’ ennesimo atto di accusa contro la Russia che non rispetta le regole, nel caso in questione quelle della convenzione di Ginevra.

La Procuratrice Ucraina registra e rinvia a giudizio, sempre piu’ lunga la lista dei crimini di guerra, ritrovati 500 cadaveri con piedi e mani legati, giustiziati con un colpo alla nuca. Violenze che si associano ad altre violenze per esasperazione nel constatare l’impossibilita’ di guadagnare terreno, di vedersi respinti, di contare ogni giorno gli amici caduti , fonti di intelligence parlano di un terzo dell’esercito. Odessa Mykolaiv sono fronti missilistici, aspra la battaglia per la presa dell’isola dei serpenti, fazzoletto di terra indispensabile per il controllo del Mar Nero. Ucraina senza se e senza ma, un Johnson sempre più scatenato punta l’indice minaccioso sulla Russia che deve a suo avviso subire una sonora sconfitta per evitare che attacchi del genere si ripetano, fanno eco alle sue dichiarazioni il segretario Stoltenberg in presenza a Berlino, pronto a riconfermare armi pesanti e soldi, mai visti così tanti dal dopoguerra ad oggi.

Blinken plaude all’ingresso della Finlandia e della Svezia che impaurite da una probabile minaccia nucleare della Russia chiedono la protezione della Nato. Effetto boomerang per un’organismo definito agonizzante dallo stesso Macron pochi mesi prima del conflitto, oggi rinvigorito grazie all’Ucraina. Zelensky forte di consensi internazionali insperati, chiede al Senato americano di iscrivere nella lista dei terroristi la Russia. La vittoria della kalush orchestra Ucraina all’Eurovision Song 2022 di Torino un colpo mediatico mondiale. La canzone rap Stefania un inno alla madre patria accolto con ovazione da una platea di centinaia di milioni di spettatori. Zelensky ha promesso di fare del suo meglio per ospitare la prossima edizione l’anno prossimo a Mariupol.

La voglia di vittoria sempre più concreta negli animi rigenerati, non siamo in grado di dire quando tutto questo finirà, ma daremo il massimo perché accada e la guerra diventi un brutto ricordo, parola di Zelensky.

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it