• Tempo di Lettura:1Minuto

Presentato a Napoli il simbolo di Unione Popolare. E’ stato il capo politico Luigi De Magistris, ex sindaco di Napoli a scoprirlo alla presenza di fotografi, videomaker e di giornalisti. La coalizione, lunedì 8 agosto prossimo, organizzerà una prima iniziativa pubblica. Anche per la raccolta delle firme necessarie per potersi presentare alla competizione elettorale. L’intenzione di de Magistris è candidarsi a Napoli, sua città natale. Programmato il primo comizio che si terrà nel paese del boss mafioso latitante, Matteo Messina Denaro, ”perché – spiega de Magistris – vogliamo dare un segnale: noi non ci sediamo e non ci siederemo mai con la borghesia mafiosa e proviamo a costruire un’alternativa dal basso”.

“Prime proposte in Parlamento: salario minimo e una casa per ogni famiglia. Stop invio armi e alt aumento spese militari. Stop fossile primo responsabile del cambiamento climatico. Restituzione al popolo della sovranità dei beni comuni ceduti ai profitti di pochi: dell’energia alle foreste, dall’acqua all’aria. Tassazione rendite finanziarie dei super ricchi per finanziare il reddito dei poveri”, conclude l’ex sindaco di Napoli.