• Tempo di Lettura:4Minuti

Max Verstappen ha vinto il Gp dell’Emilia Romagna sulla pista di Imola. Il pilota della RedBull ha battuto Lando Norris che ha guidato una McLaren stellare e terzo posto per la Ferrari di Charles Leclerc. E’ stata una gara tattica questa dell’olandese che nel finale di gara ha perso i 5.5 secondi di vantaggio per poi chiudere a pochi decimi in prima posizione. Prossima gara tra 7 giorni a Montecarlo. La partenza del Gp dell’Emilia Romagna, sul circuito di Imola è stata perfetta. Max Verstappen ha staccato subito allo start mantenendo la posizione su Lando Norris che a sua volta ha resistito agli attacchi delle due Ferrari di Charles Leclerc e di Carlos Sainz. La start della RedBull è stata super efficace e i piccoli aggiornamenti portati ad Imola sono bastati per cancellare la debacle subita a Miami lo scorso Gran Premio. A centro gruppo invece le due Mercedes con George Russell e Lewis Hamilton sempre in crisi causa poca efficienza aereodinamica.

Foto twitter account Formula 1

Intorno all’undicesimo giro Alexander Albon ha rallentato vistosamente ed è riuscito ad entrare ai box Williams. Secondo i commissari i meccanici non avrebbero inserito al meglio la gomma ed è stato messo sotto investigazione. Leggero problema di alte temperature per l’Aston Martin di Fernando Alonso: infatti la pinza del freno è andata a fuoco per poi spegnersi nell’arco di qualche secondo. Non proprio un fine settimana al top per lo spagnolo dopo le pessime qualifiche del sabato. Al giro 18 escursione fuori pista per la RedBull di Sergio Perez: anche per lui un weekend pesante a causa dell’eliminazione in Q2 nel sabato.

Foto twitter account Formula 1

Dopo 8 giri sono stati dati 10 secondi di penalità ad Alexander Albon per unsafe. Al giro 23 è entrato ai box Lando Norris e successivamente Oscar Piastri. Per i due piloti della McLaren pit perfetto e cambio gomme da medie a dure. Cambio anche per i piloti davanti con Max Verstappen, Charles Leclerc che hanno effettuato il pitstop senza problemi. Gli ultimi a fare la sosta sono stati Carlos Sainz e Lewis Hamilton. Ad essersi avvantaggiati sono stati Oscar Piastri e Sergio Perez che hanno superato lo spagnolo della Ferrari e Lance Stroll dell’Aston Martin che ha sopravanzato Lewis Hamilton. Il numero 44 ha poi ripreso la posizione sul messicano.

Foto twitter account Formula 1

A metà gara Max Verstappen è stato leader senza problemi con un buon vantaggio su Lando Norris e su Charles Leclerc. Stazionario in quarta posizione Oscar Piastri davanti a Carlos Sainz. A dare verve e brio alla gara è stato Lewis Hamilton che ha superato Sergio Perez in pieno rettilineo del traguardo. Al giro 38 i meccanici hanno richiamato il pilota della RedBull passando dalle hard alle medie. Ad avvantaggiarsi di questa situazione sono stati: Yuki Tsunoda della RacingBulls, Nico Hulkenberg della Haas e Daniel Ricciardo con l’altra RacingBulls.

Foto twitter account Formula 1

Il messicano però in poche tornate ha recuperato il gap perso ai box. Crollo delle prestazioni delle McLaren e le due Ferrari si sono avvicinati sensibilmente. Charles Leclerc in pochi giri ha dimezzato il gap così come Carlos Sainz su Oscar Piastri. Dopo una decina di giri il ritmo della squadra britannica è tornato ottimale respingendo così gli attacchi della squadra di Maranello. Al giro 55 ritiro di Alexander Albon e George Russell ha realizzato il giro più veloce. Negli ultimi giri la RedBull di Max Verstappen ha perso mezzo secondo a giro nei confronti di Lando Norris. Una sorta di involuzione della squadra austriaca che ha comportato al ritorno di fiamma dell’inglese.

Foto twitter account Formula 1

Nelle battute finali il duello a distanza tra Max Verstappen e Lando Norris è stato vinto dall’olandese con grande autorità. Il pilota della McLaren dopo la vittoria di Miami ha fatto sudare il tricampione del mondo nelle ultime tornate dimostrando di avere una grande vettura. In terza posizione è giunto Charles Leclerc davanti ad Oscar Piastri e Carlos Sainz. A punti ancora una volta Yuki Tsunoda.