Emilio “Elio” Fusco, è nato a Napoli il 17 giugno del 1933, scomparso a causa di un arresto cardiaco il 14 ottobre del 2009. Mediano di mischia. Due volte Campione d’ Italia con la Partenope Rugby (1964/65-1965/66). 11 Volte internazionale per l’ Italia. Il 17 aprile del 2019, il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris gli conferisce l’ onorificenza di Cittadino Benemerito della Città di Napoli.

Elio Fusco esordisce in serie A nel 1949/50 con la maglia del Napoli Rugby. Ha una breve esperienza a Roma, dove svolge il servizio militare, giocando con la Lazio Rugby nel campionato 1952/53. Tornato a Napoli si unisce alla neonata Partenope, squadra nella quale milita per 16 stagioni. Esordisce in Nazionale nel 1960, il 10 aprile, ad Hannover contro la Germania Ovest. Il match è vinto dall’ Italia 11 a 5. Nell’ occasione realizza una meta. E’ in campo a Grenoble nel 1963, contro la Francia. Vittoria sfiorata dall’ Italia, sarebbe stata la prima contro i francesi che vincono 14 a 12 all’ ultimo minuto. E’ internazionale fino al 1966, a 6 anni dal debutto gioca l’ ultimo match con la Nazionale, ancora contro la Francia, era il 9 aprile questa volta a Napoli. All’ Arenaccia in Coppa delle Nazioni. Nel 1961, già capitano della Partenope, ne diviene allenatore. Nel 1962/63 e 1963/64 la Partenope è due volte terza in campionato. La Partenope Rugby vince due Scudetti consecutivi, sempre con una giornata di anticipo, nel 1964/65 e 1965/66. Nel 1969 si trasferisce all’ Amatori Catania, dove smette di giocare nel 1973 a 40 anni. Nel 1983 è ancora tecnico della Partenope, incarico che mantiene fino al 1992. Poi ancora un anno nel 2002/03. Raggiunge i seguenti risultati: Promozione in serie A/2 nel 1989. Due volte perde ai playoff la A/1, nel 1990 e 1991.

Seguiteci su http://www.persemprenapoli.it