• Tempo di Lettura:3Minuti

Amanda Bynes sta chiarendo ulteriormente le precedenti affermazioni che ha fatto sul fidanzato Paul Michael.

Dopo esser finita al primo posto della classifica Le star più attraenti sotto i 25 anni di Teen People nel 2006 ed esser stata descritta come la quinta giovane star sotto i 21 più pagata da Forbes nel 2007, la carriera dell’attrice ha avuto un blackout.

Nel 2012 la Bynes è stata al centro dell’attenzione mediatica più per le sue tumultuose vicende personali che per la sua carriera. Il successo nel mondo della televisione si è fermato dopo vari fallimentari tentativi di ripresa, a causa della sua turbolenta vita privata, l’abuso di droghe e di chirurgia estetica.

Nel 2013 Amanda viene ricoverata in un centro di valutazione psichiatrica dopo aver dato alle fiamme il vialetto della casa di una anziana signora. Prima di essere ricoverata, Amanda si è recata in un negozio di liquori dove avrebbe lavato il suo cane in quanto sporco di gasolio.

I dottori del centro di valutazione psichiatrica dissero che avrebbero tenuto Amanda sotto cura per altre 2 settimane, asserendo, inoltre, che l’attrice soffriva di schizofrenia.

Tuttavia, nel 2019 torna, di sua iniziativa, in una clinica di riabilitazione per una lunga degenza. In questo periodo si diploma all’Istituto di moda e design FIDM di Los Angeles e, dopo l’uscita dalla clinica, inizia a vivere in una casa monitorata, insieme ad un gruppo di persone.

Le accuse al fidanzato

L’attrice di ‘Hairspray’ è convinta che il compagno abbia avuto una ricaduta con la cocaina, nonostante abbia confermato che il suo test antidroga più recente è risultato negativo.

Le affermazioni che Bynes ha smentito si riferiscono al video da lei pubblicato sui social.

In seguito alla pubblicazione del video, Amanda ha detto: “Per chiarire: ho detto quello che ho detto sulla ricaduta di Paul perché l’ha fatto”. Lo ha fatto tramite un post su Instagram, in cui la 36enne allega una foto dei loro anelli di fidanzamento.

“Non so quando si è pulito e, a causa del porno inquietante che stava guardando, ho pensato che fosse drogato ora.“

“Inoltre Paul ha vandalizzato la casa di sua madre 2 settimane fa. Suo fratello Mark ha chiamato la polizia ma Paul se n’è andato prima che arrivassero”, ha proseguito.

“Quando ho visto il porno di mamma e figlio sul telefono di Paul, mi sono arrabbiata e l’ho cacciato. Quando se ne è andato ero preoccupata che avrebbe vandalizzato la mia casa perché aveva ancora le chiavi. Ecco perché ho chiamato la polizia”.

“Ad ogni modo, non avrei dovuto dirlo, perché è sobrio da 2 settimane. Inoltre, mi ha detto che ha cercato milfs e che l’altro contenuto ha riempito automaticamente il motore di ricerca”.

Dopo la lite riguardante la sobrietà dell’uomo, la coppia si è riconciliata la mattina dopo che i poliziotti si sono presentati nel loro appartamento. Tuttavia amici e familiari sono allarmati e preoccupati che Paul abbia problemi di rabbia che creano una situazione di vita malsana.