• Tempo di Lettura:2Minuti

Nell’ultima ora si è diffuso un tag decisamente poco elegante. Si tratta del trand di Twitter #cinescorreggia. Un hashtag sul quale centinaia di utenti stanno scrivendo frasi goliardiche con titoli di film o detti modificati con riferimento ai peti.

Da cosa nasce questo trend?

Il trend, inevitabilmente divertente letto da coloro i quali non conoscono la storia che c’è dietro, in realtà è frutto di una denuncia, avanzata dalla giornalista Dania Mondini, volto noto di TG1 che ha dichiarato di aver subito mobbing da parte dei superiori.

Il motivo di quest’hashtag infatti nasce da una frase della giornalista che, sebbene faccia ridere, in realtà è sinonimo di bullismo e cattiverie in ambito lavorativo.

“Per punirmi mi hanno messo in stanza con un collega che soffre di flatulenza ed eruttazioni”.

Alla base della ‘punizione’ vi era un risentimento da parte dei superiori. La giornalista non era gradita all’interno della redazione tanto da essere stata retrocessa in una posizione alquanto sgradevole.

Gli anni di ‘sopportazione’ che ha dovuto subire Mondini in aggiunta ai dimensionamenti, hanno fatto si che la giornalista vivesse un periodo di stress psicologico attestati da specifici referti medici.

Gli indagati in merito alla vicenda sono cinque: Filippo Gaudenzi, Marco Betello, Piero Felice Damosso, Andrea Montanari e Costanza Crescimbeni i quali all’epoca dei fatti ossia il 2018, ricoprivano ruoli dirigenziali.

Una vittima silente

In tutta questa vicenda c’è un’altra vittima, silente. Si tratta del soggetto che è stato utilizzato come pena da affliggere alla giornalista. Un uomo che soffre di un problema di salute non può essere strumentalizzato.

Tra le tante risate che stanno impazzando su Twitter, ci sono anche diversi utenti che stanno denunciando il comportamento deplorevole della Rai che per antipatia nei confronti di una collega hanno deriso due persone.