Il duca e la duchessa di Sussex hanno rivelato dettagli sconvolgenti nell’intervista con Oprah Winfrey, lo scorso 7 marzo. Il lungo vis à vis tra gli ex reali e la regina americana dei talk show ha toccato molti argomenti. Meghan e Harry hanno parlato di tutto dal matrimonio reale alla nascita della secondogenita, prevista per la prossima estate.

Adesso siamo liberi

La duchessa di Sussex, quando si trova di fronte all’anchorwoman dice di voler parlare senza nessun filtro. Rivela subito che quando, nel 2018, Oprah Winfrey la invitò nel suo salotto, l’attrice fu costretta a declinare l’invito per indicazioni precise ricevute da Palazzo. Adesso, però, le cose sono cambiate. Meghan si sente più libera e non è più condizionata dalla famiglia reale, perché lei e Harry hanno scelto di vivere lontani da Londra.

Meghan è pronta a dare battaglia e si vede dalle prime battute:

Non so come possano aspettarsi che restiamo in silenzio dopo che in tutto questo tempo hanno continuato a dire menzogne su di noi. E anche se questo vuol dire perdere delle cose, voglio dire, finora ne abbiamo già perse tante”.

Le accuse di razzismo

Per la duchessa di Sussex – che non esita a far leggere fra le righe quanto il matrimonio fra lei ed Harry fosse inviso alla famiglia reale – questa intervista è un gesto grandemente liberatorio. Per tutta la durata delle “confidenze” con la Winfrey  si riferisce alla famiglia di suo marito con il termine “The Firm“, cioè “la ditta”.

Avanza precise accuse di razzismo: “Nei mesi in cui ero incinta del mio primo bambino ci dissero che non gli sarebbe spettato nessun titolo né garantita la sicurezza. Lamentandosi con Harry: ‘non sappiamo quanto sarà scura la sua pelle’“.

Tuttavia c’è qualcosa che stona. Non è credibile che Meghan non avesse idea di chi fosse Harry e di quale fosse la storia della famiglia di suo marito, come afferma davanti alla Winfrey. Allo stesso modo, i duchi hanno sostenuto di desiderare la libertà ma si sono lamentati del fatto che al piccolo Archie non sia stato dato il titolo di principe. Più che un’intervista a cuore aperto è sembrata una guerra senza esclusione di colpi.

La Regina e William respingono le accuse

La Regina Elisabetta non si è astenuta dal replicare, dicendosi: “Addolorata per le difficoltà di Harry e Meghan, preoccupante la questione del razzismo”

Buckingham Palace, in un comunicato ha ribattuto alle gravi accuse lanciate dai duchi di Sussex davanti a Oprah: “Ne parleremo in famiglia”.

Quanto a William, in visita con la consorte Kate in una scuola di Stratford, è stato assalito dalle domande dei giornalisti. Uno di questi gli ha chiesto, senza troppi giri di parole: “La famiglia reale è razzista, signore?”.

L’erede al trono ha risposto laconico ma secco: “Non siamo assolutamente una famiglia razzista”.  Il duca di Cambridge ha anche aggiunto di non aver ancora parlato con suo fratello dopo l’intervista, “ma lo farò”, ha sottolineato. Non c’è da dubitarne, questo è certo. Attendiamo sviluppi che certamente non tarderanno ad arrivare.

Seguici anche su www.persemprecalcio.it