• Tempo di Lettura:1Minuto

L’acciaieria Azovstal a Mariupol ancora presa d’assalto dalle truppe russe. L’attacco nella prima mattinata di oggi. A renderlo noto le autorità della cittadina portuale. Nella fabbrica, o di quello che resta dopo gli ormai infiniti bombardamenti, ci sarebbero ancora un centinaio di civili. Insieme con i soldati del Battaglione Azov. Coordinate dalla Nazioni Unite e dalla Croce Rossa Internazionale, in precedenti operazioni di evacuazione, eseguite nei giorni scorsi, sono state fatte allontanare alcune centinaia di civili. Per i russi, l’acciaieria resta un bersaglio da distruggere completamente.