• Tempo di Lettura:1Minuto

Siamo al balletto dei numeri. Si tratta è vero di vite umane ma i ministeri della Difesa, rispettivamente russo e ucraino, continuano a fornire numeri diversi su quanti militari del battaglione Azov erano a difesa dell’acciaieria di Azovstal. Diventato il tragico simbolo della distruzione di Mariupol, cittadina portuale (nella foto). Fonti russe riferiscono di 1.730 militari ucraini ad essersi arresi: 771 nelle ultime 24 ore. I feriti sarebbero 81. Nei giorni scorsi fonti ucraine raccontavano di un migliaio di marine. Oltre ad un centinaio di civili. Qual è la verità, dunque?